Il congiuntivo, in quanto modo della soggettività, descrive ad esempio irrealità, desiderio, paura, etc.